6 aprile: una notte per celebrare la Geografia

29/03/2018

Il 6 aprile 2018 si terrà per la prima volta in Italia la Notte Europea della Geografia, un’iniziativa finalizzata a promuovere la conoscenza della Geografia con una serie di appuntamenti che coinvolgeranno team, laboratori, associazioni e appassionati. All’evento, ideato dal Comitato Nazionale Francese di Geografia, promosso da EUGEO e organizzato in Italia dall’Associazione dei Geografi Italiani, parteciperanno circa 60 città europee e 22 città italiane.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di incentivare la comunicazione efficace del sapere geografico e la sua diffusione nella società, di sensibilizzare alla conoscenza del territorio e alla protezione dell’ambiente, di difendere l’insegnamento della Geografia nelle scuole di ogni ordine e grado.

Gli eventi in programma sono diversificati e rivolti a tutti i tipi di pubblico, con un’attenzione particolare ai giovani. Uno degli appuntamenti più ricchi di laboratori, seminari didattici e percorsi espositivi sarà “Il mestiere del geografo”, a Roma, che si propone di presentare la Geografia e i geografi al grande pubblico, con lo scopo di rendere accessibile la ricerca geografica, promuovendo la cultura del territorio e l’educazione alla cittadinanza.

Alcuni eventi rappresentano un’occasione per avvicinarsi ai nuovi strumenti tecnologici e interdisciplinari di cui questa disciplina dispone. Per esempio, a Roma l’evento “I droni, i luoghi e il paesaggio” è dedicato alla rivoluzione che i piccoli droni ad uso civile hanno portato nello studio dei luoghi attraverso immagini aeree e prevede attività pratiche che permettano al pubblico di familiarizzare con le tecnologie in questione.

Sarà possibile poi esplorare i diversi ambiti di ricerca e applicazione della Geografia durante appuntamenti come “Geodata e immagini satellitari per l’agricoltura”, a Padova, e “La cartografia come strumento di valorizzazione dei centri storici”, a Salerno.

In alcune città la Notte Europea della Geografia sarà celebrata con passeggiate urbane alla scoperta del territorio: per esempio a Genova avrà luogo un percorso geo-letterario nel centro storico, mentre a Bologna si passeggerà nell’area dismessa dei Prati di Caprara.

Infine, numerose saranno le conferenze divulgative incentrate su temi di grande attualità come il cambiamento climatico e, in generale, l’impatto dell’uomo sul territorio.

Per conoscere tutti gli eventi proposti per la Notte Europea della Geografia, è sufficiente consultare la carta, in continuo aggiornamento, su OpenStreetMap.

In «Cittadinanza»

La città dalle strade senza nome

04/10/2018 da Francesco Cassone

La medievale Sarlat, nel sud-ovest della Francia, è uno dei borghi più belli di Francia e ha una suggestiva peculiarità: molte delle vie del suo centro storico non hanno nome. Questa caratteristica dal sapore antico contrasta però con le necessità del mondo contemporaneo, in particolare quella di avere una connessione Internet...

leggi

Giornata mondiale del turismo: scopri la trasformazione digitale e il turismo responsabile

27/09/2018 da Daniela Campora

Inauguriamo con questo post una serie di contributi per illustrare alcune tra le più significative esperienze di turismo responsabile e per formare le giovani generazioni a considerare gli effetti e le ricadute del turismo a livello economico, sociale e culturale...

leggi

I vincitori del concorso fotografico AIIG

12/09/2018 da Redazione Geografia

Dopo la votazione della Giuria popolare social, avvenuta a luglio, la Giuria tecnica di esperti ha proclamato i vincitori del concorso “Fotografi di classe 2018: I luoghi dell’incontro. Gli spazi della socialità e del dialogo nell’Italia di oggi”, promosso dall’Associazione Italiana degli Insegnanti di Geografia e sostenuto da De Agostini Scuola e Fondazione Italia Patria della Bellezza...

leggi
© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA