A qualcuno piace giusto: concorso video sulle sfide dello sviluppo globale

25/01/2017

Educare al consumo critico, al diritto al cibo e alla biodiversità è diventato fondamentale per il nostro futuro ed è una scelta obbligata, una sfida che i giovani possono cogliere divertendosi. A qualcuno piace giusto è un concorso che vuole coinvolgere gli studenti delle classi italiane e spingerli a confrontarsi con temi come l’impatto ambientale e sociale del cibo, il consumo consapevole, la riduzione degli sprechi.

Per proporre un cambiamento verso un sistema agroalimentare più giusto, il progetto Eathink propone di costruire una campagna di comunicazione nazionale a partire dalle migliori idee e dai video prodotti dai ragazzi che parteciperanno al concorso!
Chi può partecipare? Le scuole primarie, secondarie di I grado e secondarie di II grado che sono invitate a mandare i loro spot video di massimo 30’’ entro il 28 febbraio 2017.
Il concorso è promosso dalle ong ACRA e CISV che da anni sono impegnate sul tema dell’educazione alla cittadinanza, e che collaborano con DeAgostini Scuola nella produzione di contenuti per questo blog. 
Oltre al contributo finanziario di Unione Europea, Fondazione Cariplo e Compagnia di San Paolo, il concorso è realizzato anche grazie al sostegno del Seminario Permanente Luigi Veronelli, con il quale è stata indetta una sezione speciale per le scuole alberghiere e professionali. Preziose anche le collaborazioni con DeAgostini Scuola e con i Festival del Cinema Africano, d’Asia e d’America Latina di Milano e CinemAmbiente di Torino.

Il bando del concorso è disponibile al link ufficiale: http://eathink2015.org/it/italiano-concorso-video-a-qualcuno-piace-giusto/

In «Cittadinanza»

Dal turismo d’evasione al turismo d’invasione

08/02/2019 da Daniela Campora

Come è cambiato nel tempo il concetto di viaggio e come si è trasformato in turismo di massa? E quali sono le conseguenze di un fenomeno in costante crescita? Il problema del sovraffollamento non sostenibile delle destinazioni turistiche, definito “overtourism”, va combattuto praticando il turismo responsabile, che rispetta il territorio e le popolazioni locali...

leggi

“Fotografi di classe” 2019: il Paese che vorrei

14/01/2019 da Redazione Geografia

  Quali paesaggi, intorno a noi, ospitano la bellezza che vorremmo preservare per il futuro? Quali ambienti, invece, sono simbolo di un degrado che dobbiamo impegnarci a sconfiggere? In quali spazi si mettono in atto progetti per costruire una società più giusta e interculturale, e chi sono i loro protagonisti? Dove si trovano, invece, esempi di emarginazione su cui richiamare l’attenzione? L’edizione 2019 del concorso “Fotografi di classe”, dal tema “Il Paese che vorrei...

leggi

Il turismo sostenibile secondo la Dichiarazione di Berlino

04/12/2018 da Daniela Campora

Il turismo è un’attività economica “trasversale” che può incidere positivamente sulla vita quotidiana dei locali, sull’ambiente e sulla cultura. Come abbiamo visto nel post Metti in Agenda il turismo, quello responsabile!, perché ciò accada è necessario cambiare l’attuale modello turistico non responsabile: la Dichiarazione di Berlino incoraggia a farlo promuovendo il turismo sostenibile...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA