Carte parlanti?

20/05/2011
Con questo post proviamo a realizzare un piccolo sogno, quello cioè di preparare delle carte ‘parlanti’, che cioè siano dotate di annotazioni audio esplicative. Sono necessari pochi strumenti gratuiti e una connessione a internet per raggiungere facilmente un risultato che fino a pochi anni fa sembrava irraggiungibile e soprattutto per coinvolgere gli studenti in una attività creativa che ci aprirà orizzonti didattici inaspettati. In primo luogo bisogna imparare a personalizzare Google Earth, creando dei segnaposto.  segnaposto Ne otterrete facilmente uno facendo clic sull’apposito pulsante con lo spillo giallo contenuto nell’interfaccia del programma. Molti tra gli attributi del segnaposto si possono ora modificare a piacere.
Inseriremo ora un clip audio all’interno del segnaposto  servendoci delle potenzialità del portale http://vocaroo.com. Dopo avere registrato la propria voce sul portale (fare semplicemente clic sul pulsante ‘Record’ posto nella home page), premete sul tasto:  ‘Post on the Internet >>’. Comparirà una stringa di testo sotto la scritta ‘HTML code’; copiatela e incollatela all’interno della ‘Descrizione’ del segnaposto. Salvate e il gioco è fatto. Quando farete clic sul segnaposto comparirà un riquadro interattivo con una freccia verde per ascoltare il suono.
Ricordate che i segnaposto si possono condividere con altri. Facendo clic con il pulsante destro del mouse su un segnaposto, se ne possono trasmettere i dati per posta elettronica.
Ora provate a immaginare quante variazioni sul tema potrete ottenere: dai commenti su paesaggi e su singole località fino a veri e propri ‘tour’ letterari, storici o musicali seguendo sul territorio le gesta di un personaggio, i viaggi di un esploratore o di un musicista Provate a condividere  con altri utenti di questo blog le vostre creazioni e fateci sapere dove vi ha portato la vostra fantasia.

In «Geografia fisica»

Dal turismo d’evasione al turismo d’invasione

08/02/2019 da Daniela Campora

Come è cambiato nel tempo il concetto di viaggio e come si è trasformato in turismo di massa? E quali sono le conseguenze di un fenomeno in costante crescita? Il problema del sovraffollamento non sostenibile delle destinazioni turistiche, definito “overtourism”, va combattuto praticando il turismo responsabile, che rispetta il territorio e le popolazioni locali...

leggi

La Via della Seta Polare: dalla Cina all’Europa attraverso l’Artico

05/02/2019 da Enzo Fedrizzi

Ispirato all’antica Via della Seta, il progetto cinese Belt and Road Initiative prevede lo sviluppo di tre vie commerciali tra Cina ed Europa: una terrestre, una marittima e una polare. La Via della Seta Polare, che attraverserà l’Oceano Artico, sta diventando praticabile nei mesi estivi grazie al progressivo scioglimento della calotta glaciale, dovuto al riscaldamento globale...

leggi

Atlarte, percorsi di Geografia e Arte: la Provenza di Van Gogh

30/01/2019 da Francesco Cassone

Inauguriamo qui un percorso interdisciplinare dedicato al dialogo tra geografia e rappresentazione artistica. Nel corso della storia pittura e fotografia si sono rivelate uno strumento indispensabile per documentare il territorio, interpretarlo e studiarne le trasformazioni...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA