Da Legambiente il rapporto 2012 sui Comuni rinnovabili

29/03/2012

Degli 8092 Comuni italiani, ben 7986 sono dotati di impianti puliti: erano 6993 nel 2010 e 3129 nel 2008. E’ quanto emerge dal rapporto del 2012 sui Comuni rinnovabili di Legambiente. E ben 2068 sono atualmente i Comuni che producono piu energia elettrica di quanta ne consumano grazie ad una o più fonti rinnovabili (mini-idroelettrica, eolica, fotovoltaica, da biomasse o geotermica). Una crescita notevole che fa ben sperare per il futuro.

Quest’anno Legambiente ha scelto di premiare: Varna (BZ), un Comune al 100% rinnovabile, Vicchio (FI) per la qualità del suo progetto sulle biomasse, la Provincia di Roma per l’investimento nella solarizzazione e il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici scolastici.
Un grande passo avanti è stato fatto nell’ambito del solare, sia termico sia fotovoltaico, ma in aumento sono anche gli impianti geotermici, che sfruttano le notevol risorse termali del nostro sottosuolo, e gli impianti mini-idroelettrici, che risultano più rispettosi per l’ambiente e meno pericolosi in quanto non necessitano di grosse dighe. Anche nel campo dell’eolico si sta puntando ai mini-impianti poco invasivi.
Il rapporto 2012 di Legambiente ha individuato i 23 Comuni più virtuosi: “quelli che rappresentano oggi il miglior esempio di innovazione energetica e ambientale. In queste realtà, un mix di impianti diversi da rinnovabili e impianti a biomasse allacciati a reti di teleriscaldamento coprono interamente (e superano) i fabbisogni elettrici e termici dei cittadini residenti. La classifica premia proprio la capacità di sviluppare il mix più efficace delle diverse fonti, e non la produzione assoluta, perché la prospettiva più lungimirante e vantaggiosa per i territori è rispondere alla domanda di energia valorizzando le risorse rinnovabili presenti.

Diffusione degli impainti solari ed eolici in alcuni Stati europei.

Fare Geo
● Qui a lato trovi i dati sulla diffusione degli impianti solari ed eolici in Italia e in alcuni altri Paesi dell’Unione Europea. Per quale motivo ritieni sia stata inserita la produzione pro capite? Visualizza i dati con grafici o disegni e commentali.
● Scarica dal sito di Legambiente il rapporto 2012 e individua  le strategie energetiche adottate nella tua regione.

In «Geografia socio-economica»

La città dalle strade senza nome

04/10/2018 da Francesco Cassone

La medievale Sarlat, nel sud-ovest della Francia, è uno dei borghi più belli di Francia e ha una suggestiva peculiarità: molte delle vie del suo centro storico non hanno nome. Questa caratteristica dal sapore antico contrasta però con le necessità del mondo contemporaneo, in particolare quella di avere una connessione Internet...

leggi

Capitali del mondo: alcune curiosità, che forse non conoscete

28/06/2018 da Silvia Minucci

Quante sono le capitali? Nel mondo vi sono 196 Stati ufficialmente riconosciuti, ma le capitali sono oltre 200! La capitale di uno Stato è la città in cui ha sede il governo, che possiede i poteri legislativo, esecutivo/amministrativo e giudiziario: in alcuni Paesi i poteri sono distribuiti in più città e le capitali aumentano...

leggi

Shale oil: è boom negli Stati Uniti

17/05/2018 da Enzo Fedrizzi

Negli ultimi decenni gli Stati Uniti, uno dei più importanti produttori di idrocarburi nel mondo, hanno conosciuto una fase di stasi nel settore. A risollevare la situazione è stata l’estrazione tramite fratturazione idraulica del petrolio “non convenzionale”, lo shale oil...

leggi
© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA