Expo: "Il cibo nella nuvola". Va in scena l'alimentazione sostenibile

05/05/2015

Expo di Milano ha ormai aperto i suoi battenti e sul filo conduttore «Nutrire il pianeta, energia per la vita» a Cascina Triulza, il padiglione della Società Civile, è partita la Food cloud exhibition, «uno spazio educativo che mette in scena il cibo e ne mostra alcune delle sue interazioni e trasformazioni più significative e sorprendenti».
La mostra, nell’ambito del progetto Eathink2015, vuole essere uno strumento di riflessione sul cibo, e sulle conseguenze delle nostre scelte alimentari, «sugli impatti ambientali e sociali che ne derivano e sulle sfide da raccogliere per sostenere i sistemi alimentari sostenibili e l’agricoltura di piccola scala» si legge nella descrizione della mostra.

Mappa cascina Triulza

«Nuvole di parole» che raccontano il cibo nelle sue diverse sfaccettature, rappresentandone in maniera astratta alcuni concetti a esso collegati. Venticinque parole chiave, tra cui chilometroacquainquinamentoimballaggibiodiversitàsemifamemigrazione... tutti vocaboli che evocano ampie riflessioni di grande attualità, che riguardano la tutela dell’ambiente e dei diritti, e gli squilibri che ancora caratterizzano la vita sul pianeta. La rappresentazione visiva è accompagnata da dati, definizioni, collegamenti, e tutte insieme, le parole, costituiscono una sorta di indice di ricerca sul tema dell’agricoltura e dell’alimentazione nel XXI secolo.
IMG_2346La mostra ospiterà anche, nei mesi di settembre e ottobre, i vincitori del concorso fotografico europeo per scuole primarie e secondarie Not Just Cheese!
La Food Cloud exhibition, tengono a precisare gli organizzatori, vuole essere solo un punto di inizio, un «portale» attraverso il quale accedere a un’ampia offerta di informazioni, approfondimenti e strumenti didattici, proposti dal progetto Eathink2015.
Perché il futuro si costruisce seminando consapevolezza sulle grandi problematiche che siamo chiamati ad affrontare. Soprattutto a scuola.

Partito da pochi mesi, EAThink2015 sta rilanciando su scala europea le esperienze avviate dal progetto pilota “Eathink 2015: Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Expo 2015 in viaggio tra Italia, Senegal e Uganda”, promosso dalla Fondazione De Agostini e dall’iniziativa Fondazioni4Africa. EAThink2015 è oggi realizzato in Italia da ACRA-CCS, CISV e Fondazione Cariplo con il contributo di Unione Europea, Fondazione Cariplo e Compagnia di San Paolo.

In «Cittadinanza»

Esperienze di turismo responsabile: la villeggiatura

16/05/2019 da Daniela Campora

Nel primo post dedicato alle buone pratiche di turismo responsabile, abbiamo raccontato alcune esperienze di turismo di comunità. Esploriamo ora la villeggiatura responsabile: quali caratteristiche devono avere le strutture ricettive destinate a questa forma di turismo? a quali tipologie appartengono e quali attività organizzano? Ecco alcuni esempi presenti sul territorio italiano...

leggi

Festival dello Sviluppo Sostenibile: 17 giorni per il nostro futuro

10/05/2019 da Redazione Geografia

Dopo il successo delle prime due edizioni, dal 21 maggio al 6 giugno 2019 torna il Festival dello Sviluppo Sostenibile: centinaia di eventi su tutto il territorio nazionale, di cui molti dedicati al mondo della scuola...

leggi

Esperienze responsabili: turismo di comunità

16/04/2019 da Daniela Campora

Inauguriamo qui una serie di post dedicati alle buone pratiche di turismo responsabile, raccontando le esperienze più significative. Partiamo da questa domanda: come recuperare e valorizzare territori a scarso sviluppo economico come quelli di molte aree montuose italiane?   Il turismo di comunità è una delle forme più autentiche di turismo responsabile e si basa sul ruolo della comunità locale nella gestione delle attività turistiche...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA