Presi nella rete

04/08/2011

È estate, tempo di vacanze e divertimenti, ed ecco una proposta per passare il tempo divertendoci con la geografia.
Sul web sono disponibili molti giochi geografici, dai più semplici, adatti ai bambini delle elementari, a quelli che richiedono un sapere enciclopedico.
Gran parte dei giochi sono in lingua inglese, ma facilmenete comprensibili anche a chi l’inglese non lo conosce.
Tra le proposte più interessanti quelle disponibili sul sito dell’Università di Torino, preparati proprio per gli alunni della scuola elementare e della scuola media.

Sempre in italiano il sito giochi-geografici, con quiz di vario livello sull’Italia, l’Europa e gli altri continenti. Il gioco sulle città del mondo, sebbene piuttosto difficile, è particolarmente interessante perchè richiede di localizzare sul planisfero la città indicata: poi indica la posizione esatta della città e la distanza di questa dal punto da cliccato dal giocatore.
Più divertenti sono i giochi STATETRIS che emulano il famoso TETRIS. Ve ne sono parecchi nel sito mapmsg: abbastanza facilli quelli con gli Stati dell’Europa e le regioni dell’Italia, più difficili gli altri con le regioni di alcuni Stati (tra cui Francia e Germania) e quello con gli Stati dell’Africa.

In «Didattica»

Geografia digitale: a scuola di Story Map

27/05/2019 da Redazione Geografia

Dal 22 al 24 luglio, presso Abbadia San Salvatore (SI), si terrà il corso estivo “Insegnare con la Geografia Digitale”: un’occasione imperdibile per scoprire come insegnare con le Story Map, web app per raccontare il territorio in modo nuovo, abbinando carte e materiali multimediali...

leggi

Zona Geografia: il mondo GIS entra in classe

12/04/2019 da Redazione Geografia

Quali vantaggi offre il GIS nella didattica della geografia? De Agostini Scuola sostiene il progetto “The School of Where” di ESRI: scopri le lezioni con il GIS e le Story Map, per fare geografia in modo nuovo...

leggi

“Fotografi di classe” 2019: il Paese che vorrei

14/01/2019 da Redazione Geografia

  Quali paesaggi, intorno a noi, ospitano la bellezza che vorremmo preservare per il futuro? Quali ambienti, invece, sono simbolo di un degrado che dobbiamo impegnarci a sconfiggere? In quali spazi si mettono in atto progetti per costruire una società più giusta e interculturale, e chi sono i loro protagonisti? Dove si trovano, invece, esempi di emarginazione su cui richiamare l’attenzione? L’edizione 2019 del concorso “Fotografi di classe”, dal tema “Il Paese che vorrei...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA