I vincitori del concorso fotografico AIIG

28/09/2016

Venerdì 30 settembre, in occasione del Convegno annuale dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, sono stati premiati i vincitori del I Concorso Fotografico AIIG 2016, che ha visto la partecipazione di numerose scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado di tutta Italia. Già alla prima edizione, questa iniziativa ha riscontrato grande successo, testimoniato anche dall’alto numero di “like” ottenuti dalle foto pubblicate sulla pagina facebook dell’AIIG (per guardare tutte le foto: scuola primaria, scuola secondaria di primo grado, scuola secondaria di secondo grado). Suddiviso per l’appunto in queste tre categorie, il concorso ha ricevuto 169 foto. La giuria, diretta dal professor Giovanni Mariani, era composta da docenti e da esperti di fotografia. Nella valutazione delle foto vincitrici sono stati considerati sia criteri estetici e tecnici, sia considerazioni didattiche, perché le immagini dovevano dimostrare un lavoro di ricerca sul territorio compiuto dai giovani partecipanti.

I vincitori della categoria “scuola primaria”

Nella categoria “scuola primaria” si è classificata al primo posto la foto “Oggi niente selfie” della classe IV della scuola primaria Caliari di Verona, scattata durante un’escursione su un “sentiero natura”. È stata premiata la scelta originale “anti-selfie” con i fotografi nella posizione di soggetto fotografico, ma di schiena, oltre che al fatto che l’esperienza è stata oggetto di una proposta didattica per la classe.
Al secondo posto, la foto “La piazza del paese” della classe V C dell’I.C. Polo 1 di Galatina (LE). Apprezzata per la tecnica fotografica e per il punto di vista della piazza, cuore della città.
Infine al terzo posto, “Eppure soffia ancora” della I A dell’I.C. Pace del Mela – Plesso Don Bosco di Milazzo (ME): un’immagine che sorprende per “l’impatto in termini di colori, contrasti e luminosità tra la dimensione antropica e quella naturale”.

I vincitori della categoria “scuola secondaria di primo grado”

In questa categoria, al primo posto si colloca la foto intitolata “L’energia alternativa (Pale eoliche)” della I C dell’Istituto Alighieri-Cartiera di Foggia, con la seguente motivazione: “La tecnica della foto è buona, armonioso il paesaggio rappresentato e chiaro il messaggio che vuole trasmettere: nel dibattito pale si/pale no, l’autore si schiera nettamente e la foto esprime con coerenza di stile e linguaggio questa scelta”.
Secondo posto per “Il bello nel brutto” (III D, I.C. Octavia di Roma), che sottolinea il contrasto “fra i rifiuti depositati fuori da un cassonetto e uno scorcio di verde”.
Al terzo posto incontriamo la II D dell’I.C. Sferracavallo-Onorato di Palermo con la foto “Il mondo come in una barca”, tecnicamente buona e capace di denotare la “sensibilità a cogliere i particolari del contesto”.

I vincitori della categoria “scuola secondaria di secondo grado”

Al primo posto in questa categoria una “composizione perfetta” che manifesta “grande equilibrio di forme, di colore e di contenuto. La foto coglie un raro momento del tramonto sul lago in cui tutto appare racchiuso nel colore rosa”: la foto, dal titolo “Tutto rosa”, è stata scattata da uno studente della classe III B dell’Istituto Fiani-Leccisotti di Torremaggiore (FG).
Secondo posto per “Un nuovo orizzonte”, della V B del Liceo Pizzi di Capua (CE), premiata in quanto “foto artistica e molto suggestiva […] un foto-messaggio che richiama a un forte impegno civico”.
Il terzo posto di questa categoria è andato a “Sete d’amore” (II A, Liceo artistico P. Leto di Teggiano, SA), buona dal punto di vista tecnico, e originale per il soggetto che rappresenta “un esempio di restauro e recupero di un elemento dell’architettura rurale”.

I premi

I primi tre classificati di ogni ordine di scuola ricevono una coppa, accompagnata da un attestato. Oltre a ciò, De Agostini Scuola ha sostenuto con impegno questa prima edizione del concorso, mettendo a disposizione dei volumi di grande formato per i vincitori: atlanti geografici, libri illustrati, manuali di fotografia.

In «Geografia fisica»

Il luogo del mese: la duna più alta d’Europa

11/12/2018 da Carlo Guaita

Qualche lettore potrebbe immaginare che la foto di apertura sia stata realizzata in una località esotica. Niente di più falso: la distesa di sabbia che visitiamo questo mese, con l’aiuto di Google My Maps, si trova nel sud-ovest della Francia...

leggi

Il luogo del mese: il Monte Ortigara

17/10/2018 da Carlo Guaita

Inauguriamo con questo post una serie di contributi a cadenza mensile dedicati a luoghi geografici significativi dal punto di vista geografico, storico o culturale. Tra poche settimane, il 4 novembre 2018, sarà celebrato il centenario dell’armistizio che segnò la fine dei combattimenti della Prima guerra mondiale...

leggi

La città dalle strade senza nome

04/10/2018 da Francesco Cassone

La medievale Sarlat, nel sud-ovest della Francia, è uno dei borghi più belli di Francia e ha una suggestiva peculiarità: molte delle vie del suo centro storico non hanno nome. Questa caratteristica dal sapore antico contrasta però con le necessità del mondo contemporaneo, in particolare quella di avere una connessione Internet...

leggi
© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA