La Terra vista di profilo

24/02/2012

Tracciare il profilo dei continenti o quello dei fondali marini non è certo una cosa semplice, ma Google Earth lo fa per noi. Qui a lato tre profili del continente americano realizzati proprio con questo programma.
E’ sufficiente attivare la finestra “percorso” dall’icona in alto o dal menu “Aggiungi”. Con il mouse si disegna sulla mappa il percorso desiderato. Si può tracciare una linea spezzata che passi per località particolari, come montagne o città.

Dalla finestra si può assegnare al percorso un nome, scegliere il colore e lo spessore della linea che lo visualizza sulla mappa e decidere se rimanere a livello del mare o scendere nei fondali marini.
Dato l’OK, la finestra si chiude e il percorso appare nella barra laterale (in “luoghi temporanei” o in “miei luoghi”).
Premendo col tasto destro del mouse sul nome del percorso si può scegliere l’opzione “proprietà” per modificarlo, mentre l’opzione “mostra profilo elevazione” serve a visualizzare il tracciato voluto. La mappa si dispone con il nord in alto e sotto appare il profilo.
Facendo scorrere il cursore sul disegno del profilo, sulla mappa una freccia si sposta lungo il percorso indicando posizione e altezza.
Per visualizzare i fondali marini è necessario selezionare per le altitudini l’opzione “collegato al fondale marino”. Qui a lato il profilo del Mediterraneo dalla costa della Tunisia a quella Italiana e poi attraverso l’Adriatico fino alla costa balcanica.  Il mare è stato colorato successivamente per mettere in evidenza le diverse profondità.

Fare Geo
● Osserva i tre profili dell’America, confrontali e prepara una didascalia di commento.
● Osserva il profilo del Mediterraneo. Noti differenze tra il Mar Tirreno e il Mar Adriatico? Quali monti sono sezionati nel tratto di profilo che taglia l’Italia?
● Osserva il profilo da Sud a Nord del continente asiatico: riesci a individuare il tratto corrispondente al Tibet?
● Utilizza Google Earth per tracciare il profilo della Sardegna e quello della Sicilia (fa passare il percorso sull’Etna).
● Scopri il profilo dell’Oceano Pacifico: fa passare il percorso dalla Challenger Deep, l’abisso più profondo della Terra nella Fossa delle Marianne. Le sue coordinate sono: 11°22’N 142°36’E.

In «Geografia fisica»

Dal turismo d’evasione al turismo d’invasione

08/02/2019 da Daniela Campora

Come è cambiato nel tempo il concetto di viaggio e come si è trasformato in turismo di massa? E quali sono le conseguenze di un fenomeno in costante crescita? Il problema del sovraffollamento non sostenibile delle destinazioni turistiche, definito “overtourism”, va combattuto praticando il turismo responsabile, che rispetta il territorio e le popolazioni locali...

leggi

La Via della Seta Polare: dalla Cina all’Europa attraverso l’Artico

05/02/2019 da Enzo Fedrizzi

Ispirato all’antica Via della Seta, il progetto cinese Belt and Road Initiative prevede lo sviluppo di tre vie commerciali tra Cina ed Europa: una terrestre, una marittima e una polare. La Via della Seta Polare, che attraverserà l’Oceano Artico, sta diventando praticabile nei mesi estivi grazie al progressivo scioglimento della calotta glaciale, dovuto al riscaldamento globale...

leggi

Atlarte, percorsi di Geografia e Arte: la Provenza di Van Gogh

30/01/2019 da Francesco Cassone

Inauguriamo qui un percorso interdisciplinare dedicato al dialogo tra geografia e rappresentazione artistica. Nel corso della storia pittura e fotografia si sono rivelate uno strumento indispensabile per documentare il territorio, interpretarlo e studiarne le trasformazioni...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA