Life skills in azione per il cambiamento

18/06/2018

Nella scuola italiana sono sempre più diffusi i progetti, spesso sperimentali, di costruzione delle competenze di cittadinanza. L’obiettivo è quello di fornire agli studenti le conoscenze e le capacità per agire in modo consapevole e responsabile, adottando comportamenti positivi, o life skills, di fronte alle sfide della vita di tutti i giorni.
Ma come si possono affrontare in modo efficace problematiche che sembrano troppo grandi e impegnative? Pensiamo alle questioni globali – come fame, povertà e inquinamento – che rientrano tra le sfide degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Parlarne in classe è difficile ed è ancora più complicato costruire compiti di realtà che coinvolgano gli studenti motivandoli a dare un contributo concreto e positivo.

Il prossimo anno scolastico le scuole secondarie di I grado avranno un’opportunità in più. Grazie al progetto Do you speak global? le classi potranno intraprendere un percorso innovativo di apprendimento su temi globali (a partire da uno o più obiettivi di sviluppo sostenibile) e di attivazione per il cambiamento, attraverso una campagna di crowdfunding “civico”.

Il progetto è già stato sperimentato in alcune scuole di Milano, che hanno affrontato con entusiasmo e vinto la grande sfida di raccogliere fondi per portare un cambiamento concreto, che si tratti dei cestini per la raccolta differenziata o di una web radio scolastica.

Do you speak global? è promosso da un gruppo di organizzazioni del terzo settore e realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo e la partecipazione di Eppela e Zona Geografia.

Se sei un insegnante di scuola secondaria di I grado di Milano (guarda qui l’elenco dei comuni ammessi) e sei interessato a saperne di più contatta gli organizzatori (info@doyouspeakglobal.it) e iscriviti al corso di formazione che si terrà il 14 e 21 settembre e l’11 ottobre presso l’Istituto comprensivo Rita Levi Montalcini di Cernusco sul Naviglio (MI). Se non sei di Milano ma vuoi partecipare comunque, il corso prevede anche la formazione a distanza, attraverso la piattaforma FAD dell’Università online del Centro Servizi per il volontariato di Milano.

In «Cittadinanza»

La città dalle strade senza nome

04/10/2018 da Francesco Cassone

La medievale Sarlat, nel sud-ovest della Francia, è uno dei borghi più belli di Francia e ha una suggestiva peculiarità: molte delle vie del suo centro storico non hanno nome. Questa caratteristica dal sapore antico contrasta però con le necessità del mondo contemporaneo, in particolare quella di avere una connessione Internet...

leggi

Giornata mondiale del turismo: scopri la trasformazione digitale e il turismo responsabile

27/09/2018 da Daniela Campora

Inauguriamo con questo post una serie di contributi per illustrare alcune tra le più significative esperienze di turismo responsabile e per formare le giovani generazioni a considerare gli effetti e le ricadute del turismo a livello economico, sociale e culturale...

leggi

I vincitori del concorso fotografico AIIG

12/09/2018 da Redazione Geografia

Dopo la votazione della Giuria popolare social, avvenuta a luglio, la Giuria tecnica di esperti ha proclamato i vincitori del concorso “Fotografi di classe 2018: I luoghi dell’incontro. Gli spazi della socialità e del dialogo nell’Italia di oggi”, promosso dall’Associazione Italiana degli Insegnanti di Geografia e sostenuto da De Agostini Scuola e Fondazione Italia Patria della Bellezza...

leggi
© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA