Life skills in azione per il cambiamento

18/06/2018

Nella scuola italiana sono sempre più diffusi i progetti, spesso sperimentali, di costruzione delle competenze di cittadinanza. L’obiettivo è quello di fornire agli studenti le conoscenze e le capacità per agire in modo consapevole e responsabile, adottando comportamenti positivi, o life skills, di fronte alle sfide della vita di tutti i giorni.
Ma come si possono affrontare in modo efficace problematiche che sembrano troppo grandi e impegnative? Pensiamo alle questioni globali – come fame, povertà e inquinamento – che rientrano tra le sfide degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Parlarne in classe è difficile ed è ancora più complicato costruire compiti di realtà che coinvolgano gli studenti motivandoli a dare un contributo concreto e positivo.

Il prossimo anno scolastico le scuole secondarie di I grado avranno un’opportunità in più. Grazie al progetto Do you speak global? le classi potranno intraprendere un percorso innovativo di apprendimento su temi globali (a partire da uno o più obiettivi di sviluppo sostenibile) e di attivazione per il cambiamento, attraverso una campagna di crowdfunding “civico”.

Il progetto è già stato sperimentato in alcune scuole di Milano, che hanno affrontato con entusiasmo e vinto la grande sfida di raccogliere fondi per portare un cambiamento concreto, che si tratti dei cestini per la raccolta differenziata o di una web radio scolastica.

Do you speak global? è promosso da un gruppo di organizzazioni del terzo settore e realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo e la partecipazione di Eppela e Zona Geografia.

Se sei un insegnante di scuola secondaria di I grado di Milano (guarda qui l’elenco dei comuni ammessi) e sei interessato a saperne di più contatta gli organizzatori (info@doyouspeakglobal.it) e iscriviti al corso di formazione che si terrà il 14 e 21 settembre e l’11 ottobre presso l’Istituto comprensivo Rita Levi Montalcini di Cernusco sul Naviglio (MI). Se non sei di Milano ma vuoi partecipare comunque, il corso prevede anche la formazione a distanza, attraverso la piattaforma FAD dell’Università online del Centro Servizi per il volontariato di Milano.

In «Cittadinanza»

Esperienze di turismo responsabile: la villeggiatura

16/05/2019 da Daniela Campora

Nel primo post dedicato alle buone pratiche di turismo responsabile, abbiamo raccontato alcune esperienze di turismo di comunità. Esploriamo ora la villeggiatura responsabile: quali caratteristiche devono avere le strutture ricettive destinate a questa forma di turismo? a quali tipologie appartengono e quali attività organizzano? Ecco alcuni esempi presenti sul territorio italiano...

leggi

Festival dello Sviluppo Sostenibile: 17 giorni per il nostro futuro

10/05/2019 da Redazione Geografia

Dopo il successo delle prime due edizioni, dal 21 maggio al 6 giugno 2019 torna il Festival dello Sviluppo Sostenibile: centinaia di eventi su tutto il territorio nazionale, di cui molti dedicati al mondo della scuola...

leggi

Esperienze responsabili: turismo di comunità

16/04/2019 da Daniela Campora

Inauguriamo qui una serie di post dedicati alle buone pratiche di turismo responsabile, raccontando le esperienze più significative. Partiamo da questa domanda: come recuperare e valorizzare territori a scarso sviluppo economico come quelli di molte aree montuose italiane?   Il turismo di comunità è una delle forme più autentiche di turismo responsabile e si basa sul ruolo della comunità locale nella gestione delle attività turistiche...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA