Liguria e Toscana messe in ginocchio dal maltempo

26/10/2011

TIR travolto dall’acqua sull’A12.

Ieri la Liguria orientale e la Toscana settentrionale sono state sommerse dall’acqua. Il bilancio è tragico: sei i morti accertati, una decina i dispersi, centinaia gli sfollati, fiumi che straripano, paesi distrutti, decine di milioni di euro di danni, strade e ferrovie bloccate (ANSA).
Il maltempo era stato previsto, ma non la violenza delle piogge e l’entità dell’alluvione. E i danni sarebbero stati molto inferiori se il territorio non versasse in gravi condizioni di dissesto idrogeologico.

Vernazza, una delle Cinque Terre, sommersa dall’acqua.

Le Cinque Terre, Patrimonio dell’Unesco, e la Lunigiana sono le aree più colpite (Il Corriere della Sera). «Monterosso non c’è più», ha detto il sindaco della perla delle Cinque Terre, Angelo Betta.
Il fiume Magra si è rapidamente ingrossato: ha invaso le terre circostanti, causato frane e

Il centro di Aulla coperto dalle acque del fiume Magra.

devastato il centro di Aulla (video dall’elicottereo).
In poche ore 500 mm di pioggia, un nubifragio violentissimo se si pensa che a Milano cadono meno di 1000 mm all’anno.

Fare Geo
Il fiume Magra è il più importante fiume della Liguria, ma nella regione ligure si trova soltanto il breve tratto finale che si getta nel Mar Ligure in prossimità di La Spezia.
Osserva su Google Maps il fiume Magra e risali il suo corso fino alla sorgente. In quale regione scorre il Magra prima di entrare in Liguria? La sua foce è un estuario o un delta?
La portata media del Magra alla foce è di 40 m³/s, ma varia tra un minimo di 9 m³/s in agosto e un massimo di 90 m³/s in novembre. Visualizza questi dati con un grafico e e completalo con una didascalia in cui descrivi il tipo di regime.

In «Ambiente»

Esperienze responsabili: turismo di comunità

16/04/2019 da Daniela Campora

Inauguriamo qui una serie di post dedicati alle buone pratiche di turismo responsabile, raccontando le esperienze più significative. Partiamo da questa domanda: come recuperare e valorizzare territori a scarso sviluppo economico come quelli di molte aree montuose italiane?   Il turismo di comunità è una delle forme più autentiche di turismo responsabile e si basa sul ruolo della comunità locale nella gestione delle attività turistiche...

leggi

Il 5 aprile la Notte Europea della Geografia

02/04/2019 da Redazione Geografia

Come promuovere la conoscenza della Geografia in modo attivo e coinvolgente? Il 5 aprile, la Notte Europea della Geografia – alla sua seconda edizione in Italia – lo farà con laboratori, passeggiate, mostre e seminari in tutto il territorio nazionale...

leggi

2100, Italia sott’acqua: porti e aree costiere a rischio

26/03/2019 da Enzo Fedrizzi

A causa del riscaldamento globale, entro il 2100 buona parte delle coste italiane rischia di essere sommersa dal mare: secondo le proiezioni dell’ENEA, il suo livello potrà innalzarsi di oltre 1 metro...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA