Il 5 aprile la Notte Europea della Geografia

02/04/2019

Come promuovere la conoscenza della Geografia in modo attivo e coinvolgente?
Il 5 aprile, la Notte Europea della Geografia – alla sua seconda edizione in Italia – lo farà con laboratori, passeggiate, mostre e seminari in tutto il territorio nazionale.

 

Dopo il grande successo dello scorso anno, il 5 aprile si terrà la seconda edizione italiana della Notte Europea della Geografia. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere la conoscenza della Geografia, con una serie di appuntamenti in tutta Italia, che coinvolgeranno team, laboratori, associazioni e appassionati. L’evento è ideato dal Comitato Nazionale Francese di Geografia e promosso da EUGEO, con il supporto del Comitato Italiano dell’Unione Geografica Internazionale, del Coordinamento SOGEI, della Rete LabGeoNet e dell’AIGeo.

Questa iniziativa, in particolare, vuole migliorare la comunicazione del sapere geografico e avvicinare la disciplina al grande pubblico, difendere il suo insegnamento nelle scuole di ogni ordine e grado e sensibilizzare alla conoscenza del territorio e alla protezione dell’ambiente.

Gli eventi in programma, che avranno luogo sia in spazi accademici sia all’aperto, sono rivolti a tutti i tipi di pubblico, con un’attenzione particolare ai giovani. Tra i più interessanti “I colori della geografia”, a Roma, ricco di laboratori didattici, map contest, attività ludiche, percorsi tematici ed espositivi e seminari.

In alcune città la Notte Europea della Geografia sarà celebrata con passeggiate urbane: per esempio, a Genova avranno luogo percorsi geo-letterari alla scoperta dei suoi misteri, mentre a Padova si svolgerà una passeggiata nei siti che testimoniano la presenza di culture provenienti da varie parti del mondo.
Non mancano le mostre, come quella di Firenze “L’Italia in Libia. Cartografia e immagini”, che espone carte e foto d’epoca della colonizzazione italiana della Libia.
I laboratori saranno numerosi: per esempio, a Firenze avrà luogo “GeoGioco”, caccia al tesoro geografica in notturna alla scoperta del centro della città; a Rende (CS), invece, “La Geografia come strumento di conoscenza del territorio e del rapporto uomo ambiente”, che prevede anche dimostrazioni pratiche con i droni.

Per conoscere tutti gli eventi proposti per la Notte Europea della Geografia, è sufficiente consultare la carta, in continuo aggiornamento.

 

In «Cittadinanza»

Esperienze responsabili: turismo di comunità

16/04/2019 da Daniela Campora

Inauguriamo qui una serie di post dedicati alle buone pratiche di turismo responsabile, raccontando le esperienze più significative. Partiamo da questa domanda: come recuperare e valorizzare territori a scarso sviluppo economico come quelli di molte aree montuose italiane?   Il turismo di comunità è una delle forme più autentiche di turismo responsabile e si basa sul ruolo della comunità locale nella gestione delle attività turistiche...

leggi

“Fotografi di classe” 2019: il kit didattico per scattare al meglio

28/02/2019 da Redazione Geografia

L’edizione 2019 del concorso “Fotografi di classe”, dal tema “Il Paese che vorrei. Scatti e immagini dal futuro dell’Italia”, chiede agli studenti di rappresentare con la fotografia i luoghi da preservare e da recuperare per il futuro...

leggi

Dal turismo d’evasione al turismo d’invasione

08/02/2019 da Daniela Campora

Come è cambiato nel tempo il concetto di viaggio e come si è trasformato in turismo di massa? E quali sono le conseguenze di un fenomeno in costante crescita? Il problema del sovraffollamento non sostenibile delle destinazioni turistiche, definito “overtourism”, va combattuto praticando il turismo responsabile, che rispetta il territorio e le popolazioni locali...

leggi
© 2015-2019 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA