Salviamo alberi e suolo

15/11/2016

giornata_alberi_senato_2016Lunedì prossimo, 21 novembre, sarà la Giornata nazionale degli Alberi, una festa dedicata alla salvaguardia del verde. Il tema di quest’anno è “alberi per la città”, volto alla valorizzazione del verde urbano, dai parchi pubblici ai giardini e ai viali alberati, ma anche il verde privato dei cortili dei terrazzi. Sul sito del Senato è disponibile una pubblicazione che che spiega le motivazioni della ricorrenza.
In molte città le celebrazioni inizieranno il sabato e la domenica. Numerose le iniziative destinate alle scuole con la messa a dimora di nuove giovani piante e l’identificazione di alberi e formazioni vegetali.
Ecco alcune delle tante iniziative di quest’anno.
orto_botanico_nafirenze_alberiA Napoli la manifestazione, dedicata in particolare a ”l’albero nella poesia, nell’arte e nella tradizione popolare”, sarà ospitata dall’Orto Botanico, con workshop, attività educative e mercatini di prodotti naturali.
A Firenze il quartiere Rifredi organizza varie attività, tra cui uno spettacolo teatrale.
libri_merendaA Chieri (TO) è stata avviata l’iniziativa volta alla “scoperta e alla valorizzazione della naturalità all’interno del contesto urbano di Chieri, attraverso l’identificazione di alberi e/o formazioni vegetali ritenuti/e particolarmente significativi/e” con l’invito a censire gli alberi della città compilando apposite schede (vedi in basso), mentre nella Biblioteca Civica per i bambini è previsto l’ascolto di “storie di alberi” con merenda.

salva_suolo_logoGli alberi sono preziosi, assorbono CO₂, riducono l’inquinamento dell’aria, mitigano il clima, proteggono dalle frane e forniscono ombra, fiori e frutti.
Legambiente propone di dedicare la giornata anche alla difesa del suolo, indispensabile alla crescita degli alberi, e invita a partecipare alla salva_suolo_1petizione “Salva il Suolo” indetta da #People4Soil, iniziativa dei Cittadini Europei sostenuta da oltre 400 associazioni (sul sito della Commissione Europea gli obiettivi principali). Si può aderire alla raccolta firme sul sito dell’organizzazione. In Europa ogni anno la cementificazione divora 1000 km² di suolo fertile, un terzo della Valle d’Aosta.
Il suolo è uno dei più importanti beni comuni, risorse che noi utilizziamo da sempre e che ci sembrano libere e inesauribili, come il suolo, l’aria, l’acqua e la vegetazione. Risorse indispensabili per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi, ma che non sono inesauribili. L’uomo le sta sfruttando oltre la loro capacità di rigenerazione e oggi sono tutte a rischio.


scheda_segnalazioneFare Geo

  • Utilizza la scheda preparata a Chieri per censire alcuni alberi del tuo quartiere (qui a lato).
  • Osserva il dossier realizzato da #People4Soil sui 4 motivi alla base della petizione: il suolo è cibo, natura, salute, futuro. Leggi i “dati chiave” riportati per ciascun motivo e prepara una breve relazione.

 

In «Ambiente»

Crescita della popolazione mondiale: quanti saremo nel 2050?

12/11/2018 da Enzo Fedrizzi

Si parla sempre meno dei dati di crescita della popolazione mondiale nel mondo, ma è un problema ancora attuale. Lo dimostrano i dati demografici del rapporto delle Nazioni Unite “World Population Prospects...

leggi

Siccità da record in Europa centro-settentrionale

06/09/2018 da Redazione Geografia

L’estate del 2018 è stata una delle più calde di sempre; il clima torrido ha interessato in particolare l’Europa centro-settentrionale. La Germania, il Benelux, la Scandinavia e la Gran Bretagna sono stati colpiti dalla siccità e da un caldo senza precedenti...

leggi

Alla scoperta di biomi ed ecoregioni

14/06/2018 da Silvia Minucci

Nella seconda metà del secolo scorso sono stati proposti alcuni schemi di classificazione degli ambienti. L’ultimo, realizzato nel 1998 da un team di biologi per il WWF, ha individuato 14 biomi terrestri, costituiti da oltre 800 ecoregioni, che a loro volta comprendono differenti ecosistemi...

leggi
© 2015-2018 De Agostini Scuola - P.IVA 01792180034 - De Agostini Scuola S.p.A. è certificata UNI EN ISO 9001 da RINA